Marino Magliani presenta La Sabbia e le Notti, un dono prezioso per gli amanti della sua scrittura intima ed evocativa. È una breve raccolta composta dai racconti Sabbia e Le notti di Sorba, due scrigni che racchiudono il vasto e poetico mondo dell’autore. Un mondo dominato dalla nostalgia, dal suo vagheggiare un passato lontano che deve necessariamente tornare per dare senso al presente; la memoria nei suoi libri diventa tangibile, e la si può riscoprire in ogni granello di sabbia, nelle onde del mare che sembrano trasportarla a riva per poi portarsela via, in un gioco spietato di rimembranza e oblio. Marino Magliani parla spesso di sé nelle sue storie, e nel corso degli anni ha costruito una sua personale mitologia quotidiana, fatta di vita vissuta intrecciata ad elementi di pura, audace fantasia. Nel racconto Sabbia incontriamo il protagonista da solo sulla spiaggia; come nella maggior parte delle sue storie, il paesaggio assume un significato importante per l’autore, perché è impregnato dei suoi ricordi, è addirittura trasfigurato da essi. Il Mare del Nord è di fronte a lui, e il dialogo che instaura con esso lo porta alle origini, verso un’altra spiaggia, verso un’altra realtà. Non è lo stesso mare della sua terra natia, la Liguria, ma la sua immensità sembra suggerire un’onnipotenza che permette al protagonista di mangiare le distanze, di trovarsi nel presente e contemporaneamente nel suo passato di fanciullo. Il flusso continuo del mare come il flusso delle memorie ininterrotto e malinconico; e la sabbia sembra collegare la sua identità passata e presente, sembra essere quel ponte ideale che riesce per un attimo a farlo incontrare con il sé stesso di un tempo andato. Sono ricordi che vorrebbe fissare con le parole, ma esse sembrano sfuggire come le timide onde del mare, quelle onde giocose che “facevano finta di arrivare”. Ne Le notti di Sorba la scrittura si fa ancora più incisiva e visionaria, e la nostalgia sembra impregnare le pagine: è una storia di fantasmi, di quelli della mente; l’ossessione per un dettaglio all’apparenza insignificante domina la narrazione, un particolare banale che in realtà è la chiave della scatola della memoria. Un vaso di Pandora che ad un certo punto della vita deve essere aperto, a qualunque costo; se Sabbia era il presente che cerca di allungare le sue mani sul passato, Le Notti di Sorba è il passato che domina il presente, che lo confonde, che quasi si sostituisce a lui. Un passato che l’autore non riesce del tutto a rievocare, ma in cui ha disperatamente bisogno di tornare.



Titolo: La Sabbia e le Notti
Autore: Marino Magliani
Genere: Raccolta di racconti
Casa Editrice: Fawkes Editions
Pagine: 160
Prezzo: 15,00 €
Codice ISBN: 978-88-358-21-991

Condividi:

Redazione