Uno nessuno centomila lati della stile Prada nella nuova campagna pubblicitaria della collezione donna per la primavera/estate, una serie di prospettive e punti di vista che riflettono il mutevole panorama femminile che è fonte inesauribile d'ispirazione per Miuccia Prada. La campagna si sviluppa attorno a una serie di acronimi composti sulle iniziali della parola Prada. Come le immagini cui sono affiancati, ognuno di essi dà un'interpretazione dell'idea di Prada, ma è solo una delle infinite possibilità. Ironici, surreali, ambigui, dicotomici, questi tentativi di definizione non fanno che dimostrare l'impossibilità di ridurre Prada a un singolo concetto o a un'idea.Realizzate da Jamie Hawkesworth, le immagini esprimono un senso di riformulazione del linguaggio fotografico, ribellandosi ancora una volta alle descrizioni e passando dal bianco e nero al colore, dal ritratto alla figura intera, dal rurale all'urbano, dalla spontaneità del reportage alle pose più classiche e studiate. Anche la scelta delle modelle è dicotomica, un ventaglio di volti nuovi e familiari per personificare un mondo di donne. Le foto ne catturano il carattere e il temperamento, ne celebrano l'unicità. Tra le modelle scelte, Freja Beha, Sara Blomqvist, Anna Ewers, Berit Heitman, Ruiqi Jiang, Ashley Radjarame, Kyla Ramsey, Charlotte Rose, Miriam Sanchez e Zso Varju.
Condividi:

Redazione