Il cinema italiano torna a vincere al Festival di Berlino. Alla 70esima edizione, che si è chiusa ieri, sabato 29 febbraio, la giuria presieduta da Jeremy Irons ha premiato i fratelli D'Innocenzo per "Favolacce", orso d'argento per la sceneggiatura, ed Elio Germano, orso d'argento migliore attore, che si è trasformato nel pittore Ligabue per il film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi". L'attore è anche nel cast di Favolacce. 

Paolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema che ha coprodotto entrambi i film dichiara:"L'Orso d'Argento ai fratelli D'Innocenzo premia la loro capacità di maneggiare con coraggio una forma narrativa originale e molto personale, sperimentando con passione la propria idea di cinema" - continua parlando di una nuova generazione di autori, che Rai Cinema contribuisce a scoprire e far crescere - "un lavoro di sostegno costante che portiamo avanti anche grazie ai produttori indipendenti", come la Pepito Produzioni di Giuseppe Saccà per "Favolacce" e Palomar per "Volevo Nascondermi". Riconosciuto una volta ancora il grande talento di Elio Germano in questo nuovo lavoro di interpretazione "con una straordinaria capacità di calarsi nella profondità del personaggio, nella sua sofferenza come nell'ispirazione artistica".
Condividi:

Redazione