Tre allegri ragazzi morti festeggiano 10 anni dall’uscita del disco “Primitivi del futuro”, sesto album del gruppo mascherato più amato d’Italia, rilasciato il 5 marzo 2010. Per l’occasione la band ne pubblica oggi una speciale edizione in vinile, di cui sono stampate solamente 500 copie esclusive.

Tra gli album fondamentali della produzione dei Tre allegri, inserito anche tra i migliori dischi del decennio appena trascorso secondo Noisey (Vice), “Primitivi del futuro” è un lavoro che ha rappresentato un nuovo viaggio musicale per la formazione guidata da Davide Toffolo.

Della tracklist dell’album fa parte anche il brano “La faccia della luna”, di cui Jovanotti ha recentemente realizzato una propria versione cover, oltre a numerose canzoni divenute simbolo per il pubblico transgenerazionale che assiste, da ormai 25 anni, ai concerti della band.

Nato grazie all’incontro con il produttore e musicista Paolo Baldini (B.R. Stylers, Africa Unite, Dub Sync) e grazie all’ascolto e all’interpretazione degli stili ritmici tipici di altre culture (Jamaica, Africa), “Primitivi del futuro” ha portato i Tre allegri ragazzi morti verso un nuovo immaginario sonoro: influenze dub e reggae re-interpretate e sintetizzate perfettamente nel cantautorato poetico caratteristico della loro storia.

Si tratta di un disco che ha rappresentato appieno e rappresenta ancora oggi una certa attenzione e un invito a riflettere sulla condizione dell’uomo nella società occidentale, grazie allo sguardo critico e al tono politico presente nei brani, accompagnato, di contro, da un’immancabile esortazione a reagire.

Tre allegri ragazzi morti hanno recentemente festeggiato i loro primi venticinque anni con una grande festa all’Estragon di Bologna. Venticinque anni di musica, indipendenza e avventure; più di millecinquecento concerti, dischi, fumetti, maschere, disegni, sogni e un'etichetta (La Tempesta) che ha dato voce a tantissimi nuovi artisti. 
Condividi:

Redazione