La performer, producer e cantautrice Sara Loreni - da molti ricordata come la ragazza con la loop station e la erre rutilante tipica della sua città, Parma - torna con un singolo NEVE A MAGGIO con cui apre un nuovo capitolo. Avvolta da un'elettronica elegante e dal sapore internazionale, la voce di Sara racconta l'inconsueto in questi giorni caratterizzati da forti anomalie e fredda solitudine. Come quando c'è NEVE A MAGGIO, come quando vorresti cogliere una rosa e invece ti ritrovi accecato da un riflesso bianco, del tutto fuori luogo. Eppure c'è vita, sotto quel bianco, respiro, pulsazione, un ritmo che incalza e fa ballare, un brano che trascina via da un quotidiano turbato da eventi extraordinari, che diventano intimi e confidenziali ma pur sempre unici, come ogni singolo fiocco di neve.

Dall'esperienza come corista di Capossela alla rinuncia alla sedia di X-Factor e un primo disco, Mentha, per Maciste Dischi (2015), a Quelli che il calcio e alle prime esperienze televisive, Sara non ha mai abbandonato la musica, che ha portato avanti nei suoi studi al conservatorio. Oggi Sara torna a far parlare di sé, improvvisa e inaspettata come la nevicata del maggio 2019, come lo scioglimento dei ghiacci e la solitudine dettata dalla paura, in un momento in cui nulla più della musica può farci sentire vicini.
Condividi:

Redazione