La tematica della seconda edizione di Etnabook, “Le Metamorfosi”, è stata quasi profetica. Tutti hanno dovuto affrontare una situazione di emergenza globale e si sono dovuti reinventare. Così, in questi mesi di quarantena, lo staff del Festival ha preso la decisione di tenere compagnia ai lettori internauti con dirette e appuntamenti online pensati per ridare alla cultura il giusto peso che merita e, soprattutto, per renderla accessibile a chiunque.

Oltre 60 incontri, in collaborazione con Il Maggio dei Libri nazionale e con il patrocinio del Comune di Catania, che hanno avuto più di 50000 visualizzazioni e altrettante interazioni.
«Per noi è stato un dovere mettere a disposizione i nostri canali ufficiali per dare voce alla cultura attraverso tantissimi ospiti che, seppur online, hanno dato lustro alla città etnea e a Etnabook, che è proprio il Festival Internazionale del libro e della cultura di Catania», ha dichiarato il presidente Cirino Cristaldi. E aggiunge: «Un ringraziamento di cuore va a Salvatore Massimo Fazio, allo staff di Quelli che… Letto, riletto, recensito! e a tutto il team di Etnabook per il lavoro incessante».

Ancora una volta, si conferma che la manifestazione si terrà dal 25 al 27 settembre nel cuore della città di Catania e nell’hinterland. Per il secondo anno consecutivo l’evento si articolerà in una tre giorni ricca di incontri, presentazioni di libri, mostre, laboratori, proiezioni, anteprime, un laboratorio di scrittura creativa organizzato con la collaborazione de L’Arcipelago delle Storie e in ultimo, ma non per importanza, il Premio letterario Etnabook – Cultura sotto il vulcano.

Il Premio Letterario prevede tre sezioni: a) Poesia; b) Narrativa/Saggio – Premio Enrico Morello (sezione intitolata alla memoria dello scrittore, primo autore vincitore del Premio Etnabook – Cultura sotto il vulcano, prematuramente scomparso); c) Un libro in una pagina.


Il concorso si vanta di tre giurie tecniche i cui componenti ruotano da protagonisti attorno al mondo dell’editoria, della cultura e del giornalismo. Per la sezione poesia, a valutare le opere pervenute, saranno: Dario Miele (autore e giornalista), Erica Donzella (editor e autrice) e Marco Tomaselli (editore). Per la sezione narrativa/saggio, invece, i giurati si moltiplicano: Sal Costa (autore e produttore di testi musicali), Giuliana Russo (docente dell’Università degli Studi di Catania), Mariateresa Papale (giornalista), Milena Privitera e Samantha Viva (autrici e giornaliste). Presidente di giuria è Salvatore Massimo Fazio (scrittore, filosofo e psicopedagogista). Infine, per la sezione Un libro in una pagina la giuria è composta da: Davide Di Bernardo (esperto di comunicazione), Agnese Maugeri (giornalista) e Maurizio Zignale (docente dell’Università degli Studi di Catania e Ragusa).
A completare il quadro sarà il concorso dedicato ai booktrailer, una sezione interamente consacrata alla trasposizione cinematografica di opere letterarie organizzata in collaborazione con l’Associazione Dirty Dozen.

Per tutte le informazioni relative al bando di concorso, la cui scadenza è fissata al 10 luglio 2020, è possibile consultare lo spazio dedicato sul sito http://www.etnabook.it/bando-lett-2020/.
Condividi:

Redazione