“Adelaide” è l’ultimo libro scritto dalla scrittrice Antonella Ferrari edito da Castelvecchi. Ha già  pubblicato il romanzo autobiografico “Nessun Dolore” e nel 2018 “Un Amore di Città”.

«Quando ho iniziato a scrivere Adelaide pensavo a un romanzo sulle vicende della Carboneria e dei suoi affiliati. Man mano che mi documentavo sul periodo, ho iniziato a fantasticare storie d'amore tra i vari personaggi lasciando in secondo piano le vicende propriamente storiche - spiega l'autrice - Quello che arriva è un messaggio d'amore universale, molto trasversale, che abbraccia tutti. No a pregiudizi, e che il bene vinca sempre. Far trascorrere qualche ora leggera e spensierata al lettore cercando di avvincerlo con le peripezie dei protagonisti».

La scrittrice si racconta ai lettori di Cherry Press in questa intervista!

Antonella Ferrari, come ti definiresti come scrittrice?
Non mi sono mai soffermata molto a tentare di definirmi. Scrivo secondo l’estro del momento, a volte libri ironici o una saga familiare, o un romanzo autobiografico.

Che ruolo ricopre la scrittura nella tua vita?
Ormai ricopre un ruolo dominante, sto cercando di renderla la mia professione unica e principale, spero di riuscirci.

Adelaide è il tuo nuovo romanzo. Come è nata l’idea di scrivere questo libro? 
Dai racconti sentiti a Chieti, la mia città di origine e anche in famiglia, I Mayo sono ancora molto conosciuti dalle mie parti.




Com’è nato il personaggio di Adelaide?
Sfogliando le pergamene impolverate dell’Archivio di Stato ho scoperto questa donna forte e indipendente e da lì ho plasmato questa eroina senza paura e avanti di un secolo.

Quanto è stato difficile portarlo a termine?
Non molto, avevo chiara la trama in mente, mi sono documentata su ogni termine o usanza dell’epoca, e ho lasciato correre la fantasia.

Qual è il primo libro che hai letto?
Le avventure di Tom Sawier di Mark Twain, una passione ancora viva.

Che libri consiglieresti agli adolescenti di oggi?
Harry Potter è letteratura ormai, non si può non leggerlo. E poi i classici di ogni epoca: I viaggi di Gulliver, Peter Pan, I tre moschettieri.

Qualche anticipazione per i tuoi lavori futuri?
Ho già pronto un romanzo ambientato in Sardegna, mio luogo del cuore. Anche qui amore e avventure a cavallo dei secoli con quel tocco di magia che non manca mai nei miei libri.
Condividi:

Redazione