E’ partita la verifica degli eventuali danni provocati dalla caduta della cenere alle coltivazioni agricole. Lo rende noto la Coldiretti in riferimento alla straordinaria eruzione dell’Etna con abbondante caduta di cenere e lapilli. Lo spettacolo della caduta lavica è purtroppo accompagnato da pesanti rischi per l’economia con il blocco dei trasporti aerei e – sottolinea la Coldiretti - preoccupazioni per l’agricoltura locale con le polveri che macchiano e bloccano la maturazione dei frutti. Si tratta infatti di un evento che nel passato – conclude la Coldiretti - ha provocato gravi danni alle produzioni di ortaggi e agrumi rendendoli invendibili.

Condividi:

Redazione