Dal 12 febbraio sarà disponibile in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme di streaming “LAURA”, il nuovo brano di RAFEL.

Un loop doloroso a cui decidiamo di sottrarci una volta e per tutte: “LAURA”, nuovo singolo di RAFEL, coincide esattamente con quel punto di non ritorno, con quel sonoro “stop”. Una base strumentale così dolce e allo stesso tempo incisiva, arrangiata da Xanthic con l’intento di racchiudere, quasi incorniciare un testo colmo di sincerità e paure personali.

«“Laura” è, come per Dante, la mia Beatrice. Ma non fatela diventare la vostra migliore amica perché finirà per tradirvi e consumarvi - spiega Rafel a proposito del brano - Con questo singolo voglio far riflettere me stesso ancor prima di chi l’ascolta, perché ho dato troppa importanza alle esperienze che non mi hanno dato niente, se non minuti in meno di vita».


Sei soddisfatto del punto in cui sei arrivato nella tua carriera musicale?
Non si può essere soddisfatti ora, in questo momento storico. Non lo sarei nemmeno se fosse tutto normale perchè non mi accontento mai.  

Di cosa parla “Laura” dalla prospettiva di chi l’ha scritta?
Parla di consapevolezza e di chi ha capito quello che veramente  vuole dalla vita. Parla tanto di me e dei miei sbagli.  

Il tuo personaggio è nato spontaneamente o è migliorato nel tempo?
Non sono un personaggio perchè solitamente un personaggio è costruito. Io sono io, sono una persona, sono vero.  

Uscirà un tuo Ep a breve?
Non ho in programma un Ep ma qualcosa di molto grande. La priorità va ai live ora. Bisogna aspettare e capire. Non è per niente facile fare programmi.
Condividi:

Redazione