Cinica e sognatrice, radiosa e malinconica, icona urban e ragazza della porta accanto. Un vero vulcano, difficile definire in altro modo Margherita Carducci aka Ditonellapiaga. Pronta a mettere in crisi le facili sicurezze dei sociologi rispetto alle giovani generazioni. Pronta a prendere la vita a Morsi.

Dopo gli acidissimi beat di Morphina e le malinconiche note di Spreco di potenziale, arriva Morsi, il primo EP della giovane artista romana, in uscita su tutte le piattaforme digitali il 23 aprile per Dischi Belli/BMG Italy. Oltre ai due singoli già usciti, Morsi contiene tre brani nuovi di zecca e un remix firmato dal più elegante e cosmopolita signore dell’elettronica italiana, Populous.

Sei brani che sono sei assaggi dell’LP di esordio previsto nell’autunno 2021. Sei morsi di natura diversa per scoprire l’incredibile eclettismo di un’artista in grado di balzare con disinvoltura da sonorità dance a ritmi reggaeton, dal mood indie-pop alle più articolate rime rap. Un sound sempre imprevedibile, firmato insieme al duo di producer romani bbprod, che brano dopo brano non smette mai di esaltare l’intensa vocalità di Ditonellapiaga, senza dubbio all’altezza delle grandi interpreti jazz e soul. Ne viene fuori un disco di pop contemporaneo dal respiro internazionale che, fra rabbia, sensualità e tenerezza, ci parla di amore e odio, di vita e di morte, ma sempre con ironia puntuale e intelligente leggerezza.

Con il brano d’apertura Repito, Morsi parte subito in quarta, esattamente come la donna che si mette al volante in cerca di giustizia al centro della canzone. Repito è una traccia dal beat crudo e violento come l’argomento che tratta: l’omicidio di un uomo per mano di una donna. I ritmi reggaeton evocano paesaggi latini, quasi desertici, trasportandoci direttamente fra le polveri di una carretera sperduta nel bel mezzo del Messico, come fossimo in un film di Rodriguez.

In macchina fuggono anche i due giovani innamorati di Altrove, per abbandonare l’asfissiante città e andare incontro ai propri sogni e alla libertà: un brano che inizia con una base dal sapore psichedelico e il kick e lo snare che scandiscono il ritmo come i giri di ruote sull’asfalto, per aprirsi poi su un refrain pieno di energia. Una favola d’amore che ha però un epilogo tragico, che ci ricorda che il destino non sempre premia l'audacia e può essere davvero beffardo.

Carrefour Express è forse il brano più composito dal punto di vista musicale perché tiene insieme suoni elettronici, tappeti di violini, atmosfere vintage e una voce da night club newyorchese. Un andamento musicale in continua evoluzione, traduzione dello stato d’animo della protagonista del brano alle prese con una dichiarazione d’amore impacciata che si risolve in modo tragicomico. Sullo sfondo, una notte ad alto tasso alcolico, l’alba che inizia a illuminare Roma, la prima pizza alla pala sfornata al supermercato.

A completare questa prima raccolta di brani di Ditonellapiaga, i due singoli già usciti e il remix di Populous. Morphina è un brano dalle tinte elettroniche e dance che celebra la corporeità dimenticata in tempo di pandemia, un groviglio di sudori, umori, grida di piacere e gioia liberatoria. Spreco di potenziale canta invece la fine di un amore incompiuto, una canzone tutta giocata fra le note malinconiche del pianoforte e un refrain difficile da dimenticare, di quelli che si cantano sotto la doccia, schioccando le dita e lasciando che le gambe seguano il ritmo.

Morsi si chiude come si era aperto, con Repito, ma questa volta in versione remix di Populous che nella prima parte del brano lavora per sottrazione, rendendo più essenziale la struttura ritmica, per poi esplodere in un delirio techno-futurista dalle melodie arabeggianti.

Infine, in previsione della ripresa dei live, Ditonellapiaga entra ufficialmente nel roster di Magellano Concerti.

Condividi:

Redazione