Nuovo appuntamento con Estate al MAXXI, mercoledì 30 giugno alle ore 19:00: a partire dal libro La bellezza abbandonata (Il Mulino), l’autore Giuseppe Di Giacomo, filosofo e docente di estetica, in dialogo con Massimo Cacciari racconta il “crollo” di ogni convenzione pittorica e artistica causato da Le demoiselles di Picasso.

Da Mantegna a Kiefer, una sequenza di incontri ravvicinati e rischiosi con icone irrinunciabili della nostra civiltà. Siamo a Parigi all’inizio del Novecento, la pittura si è liberata di molte delle vecchie regole: figure edificanti, consonanze, equilibrio dei colori. Ora tocca alla bellezza essere messa fuori gioco. Tutto ciò che era tradizionalmente associato al nudo – grazia e compiacente sensualità – è stato spazzato via.

Le demoiselles di Picasso ci guardano minacciose, come per affermare il crollo di ogni convenzione; il carattere teatrale della scena accresce la carica provocatoria del dipinto. L’armonia delle forme svanisce del tutto nel bordello delle Demoiselles d’Avignon. Un’icona che segna un cambiamento irreversibile nella storia dell’arte.

Condividi:

Redazione