Il produttore e DJ KHARFI pubblica il suo nuovo singolo “UNLIKELY” feat. Xuitcasecity. Le sue vibrazioni energiche e positive, per le quali è diventato famoso, sono molto evidenti nel nuovo singolo, che sarà sicuramente un inno estivo per i fan della musica dance di tutto il mondo.

“Unlikely” feat. Xuitcasecity è il primo singolo estratto dall’album “Aquarium”, la cui uscita è prevista per la fine dell’anno, che Kharfi pubblicherà indipendentemente. L’album conterrà i featuring con NYV, Cristina Lizzul e Zack Alwin e mostrerà ulteriormente il nuovo sound e la direzione creativa di Kharfi.

Ciao Kharfi, benvenuto sulle pagine di  Cherry Press. Parlaci del tuo nuovo singolo, "Unlikely". Come è nato questo brano?
Ciao Cherry Press!
Unlikely è la prima canzone del mio album di debutto che sarà pubblicato entro la fine del 2021, Ho deciso di pubblicare questo singolo in questo momento, il 21 Maggio, come apripista alla stagione Estiva e al bel tempo. 
Il brano ha un sound molto energico che collega le lyrics alla strumentale. 
Volevo collaborare con i Xuitcasecity, un duo Pop del Florida, conosciuto per caso anni fa su SoundCloud. Il mio obiettivo era quello di creare un ponte tra l'Europa e gli Stati Uniti, il testo parla di un amore non corrisposto, le classiche turbe giovanili, il beat è in parte sperimentale ma strizza l'occhio a un mondo dance e Radiofonico attuale. 

Cosa fai nella vita oltre ad essere un musicista?
Studio Comunicazione, a volte tengo corsi per aspiranti DJ e Producer e lavoro anche nella ristorazione ahah! Insomma ci diamo da fare, come molti ragazz* della mia età

Quali sono gli artisti che non possono mancare nella tua playlist di Spotify?
Tory Lanez, Roy Woods, Calvin Harris, Tiesto, Odesza, Zhu.
Abbastanza variegata

Come ti sei avvicinato alla musica?
E' nato tutto per puro caso, gita con la scuola in Prima Media, a Cesenatico, mi connettevo con il mio Mp3 allo stereo del Bus che ci portava in giro e mettevo la musica che ascoltavo, prevalentemente Dance e RnB, da quel momento tutti i miei amici e compagni mi chiamarono DJ.
Successivamente tornai a casa, mi misi al computer perchè volevo imparare come si suonasse, mi scaricai Virtual DJ e cominciai a preparare i primi mixati da pubblicare su Youtube, da lì le feste di compleanno, poi le feste vere, prima al pomeriggio poi quelle delle scuole.
Dopo una bocciatura a Scuola decisi che dovevo cominciare a perdere meno tempo e buttarmi sul mondo della produzione, e fu così che cominciai a produrre, nel mio home studio

Qual è un consiglio che puoi dare ai ragazzi più giovani di te che si approcciano per la prima volta al mondo della musica?
Guardarsi intorno sempre, non demoralizzarsi e tener conto di entrare in un percorso indefinibile per temini di tempo e risultati, è il bello e il brutto della Musica, anteporre la passione al risultato, sempre, non farsi condizionare dai numeri.
Un'altro consiglio che può aiutare nella produzione e nel DJing è l'ascoltare tantissima musica di generi diversi.
Condividi:

Redazione