Giordano Sangiorgi, patron del MEI dichiara: dopo le ultime favorevoli notizie che lasciano in pista solo cinque citta’ per l’Eurovision Song Contest del 2022 in Italia. Il MEI di Faenza e’ totalmente favorevole a sostenere la candidatura dell’Emilia-Romagna al prossimo Eurovision Song Contest attraverso la candidatura di Bologna e Rimini. I Maneskin infatti vincitori dell’ultima edizione hanno fatto outing piu’ volte sui social a favore del MEI di Faenza e della Terra dell’Emilia Romagna come loro territorio d’esordio tra i festival indipendenti che gli ha fatto da piattaforma di lancio e portato grande fortuna diffondendo ringraziamenti e foto con il titolo “Che viaggio incredibile! Dao MEI di Faenza all’Eurovision passando per Sanremo” con foto della band in Piazza del Popolo e a Palazzo Laderchi a Faenza e sul Frecciarossa per raggiungere il MEI di Faenza in treno. Una promozione enorme sui social della band da centinaia di migliaia di follower e like per il territorio faentino ed emiliano romagnolo e per il MEI di Faenza come grande piattaforma di scouting”. Una piattaforma comune in Terra d’Emilia Romagna che vede insieme Bologna come grande Citta della Musica e della Creativita’ Unesco con Rimini, Capitale del Turismo e dell’Accoglienza Romagnola, con al centro Faenza, capitale della musica indipendente ed emergente che per prima ha fatto esordire nel 2016 i Maneskin dal vivo nel loro primo grande festival indipendente nazionale, è un unicum che non puo’ vantare nessuno e sarebbe invincibile.

Condividi:

Barbara Scardilli