Disco libero e leggero, disco di ritorni e di sconfitte, disco delicatissimo nella sua sobrietà. Marco Augusto, cantautore italo tedesco, torna appunto in Italia per la sua musica che non ci sta a fare il verso all’elettronica dilagante ma anzi sposa i cliché antichi del pop leggero italiano e sorride alla vita. Un disco didascalico in tal senso fin dal titolo “Per amore alla vita”. Inevitabile non segnalare l’amore che passa per la nostra madre terra ampiamente violentata… denuncia questa che “Terra Tremante” porta con se anche dentro un bellissimo video realizzato con la collaborazione di Greenpeace. Indaghiamo di più per gli amici di CherryPress.

Italia e Germania. Partiamo dalla geografia: se dovessi scegliere?
Difficilissimo! Vorrei proprio non dovere. Ma se fossi costretto, sceglierei la mia terra madre, l’Italia.

E cosa hai preso da queste due regioni della terra per contaminare la tua musica?
Il ritmo solare, il temperamento e l’amore per le melodie dolci ed orecchiabili dall’Italia, le armonie complesse, la profondità di un Richard Wagner ed il suono di rock dalla Germania.

Che poi restando sul tema resta molto una canzone italiana la tua… classica, antica nel senso alto… del futuro cosa prendi?
Infatti. Resta un album con sound della mia generazione. Era la mia idea di formarla così, questa produzione, senza pensare troppo allo spirito del tempo, ma facendomi ispirare dallo style musicale, che è cresciuto in me durante la mia vita. I testi invece guardano già verso un futuro, parlando di uno sviluppo generale dell’umanità, nel modo di vivere, ognuno per se e anche nell´vivere assieme tutti noi quanti.

La vita… quanta vita si respira dentro questo disco… perché hai sentito questo bisogno?
Sarà, perché so cosa vuol dire rischiare di perdere la speranza, ho avuto i miei momenti proprio scuri – e durante questi viaggi ho scoperto la grande forza, la infinita voglia di vivere, che penso tutti esseri infine portano dentro di se, nel nostro più profondo nucleo. Qualcosa che mai cede, mai smette di amare. Ed è questo il mio messaggio, che vorrei lanciare: Che nonostante tutto il buio, il dolore, che sicuramente si trova su questo pianeta, rimane sempre un grande grande regalo, la nostra vita, in quale ogni momento tutto è possibile e che – aprendo bene gli occhi ed i sensi nostri – ogni attimo siamo circondati da un mondo prezioso e bello, da un profondo amore. Passo per passo stiamo crescendo, la vita è bella.

Dal vivo? Hai portato questo disco anche in Germania?
Si, assolutamente. I tedeschi amano e apprezzano molto la musica italiana, ed in ogni concerto, che faccio qui in Germania, vedo la gente sorridere, si sente la loro nostalgia per il paese del sole, dell’amore oltre le alpi – sembra di portarli in viaggio con me.

Condividi:

Redazione