Eccolo il nuovo singolo del rapper romano FRE: titolo iconico ed esplicativo come non se ne potevano trovare altri per incorniciare lo stato sociale da bar che spesso respiriamo oggi. Si intitola dunque “Bla bla bla” il nuovo singolo che si impreziosisce anche di un bel video in stile che troviamo in rete e di seguito come nostro solito. Il cliché è ampiamente rispettato. Vediamo se e quanto ancora la musica avrà forza di fare denuncia e scardinare coscienze.

Un nuovo singolo che fa seguito ad un successo come “Sott’acqua”.  Milioni di stream e visualizzazioni. La ricetta per questi numeri?
La semplicità non guasta mai. L'originalità idem. Non guardo molto i numeri mi concentro di più sulla qualità, se hai un mix di tutto credo che arrivino anche i numeri. È sottointeso che bisogna promuoversi e trovare la propria dimensione.

Ritorno un attimo a “Gomorrista”: un bellissimo titolo. Hai sempre puntato il dito alla società vero?
Non sempre, il titolo Gomorrista sfotte i rapper che si sentono gangsta o che si atteggiano in quel modo, ma che in realtà non hanno nulla a che vedere con quello stile di vita. Ci sono delle cose buone nella nostra società e delle cose che ritengo negative. Tutto molto soggettivo in realtà, ma generalmente nelle mie song parlo di quello che vedo, sento, provo e lo segnalo come meglio mi viene. Non sono solo questo, è anche vero che PAsta&Flow, ad esempio, è un pezzo tranquillo... mi piace pensare che sono versatile.

Esiste anche un lato romantico di FRE?
ESISTE... per adesso non viene fuori.

Oggi il chiacchiericcio di fondo di tutti. Chiunque parla di qualunque cosa. Secondo te perché?
Perché non c'è nessun rischio e comunque i social ti permettono di scrivere di qualunque cosa senza filtro. Non sono contro i social, sono più contro i leoni da tastiera.

Domanda spigolosa: oggi tantissimi fanno dischi. Oggi basta saper usare un computer. Non è forse anche questo un chiacchiericcio di fondo?
Si concordo. In nessun caso basta un computer in nessun mestiere. Ci vuole molto di più. Sicuramente c'è una facilità nella messa in rete dei prodotti. Ma la qualità è difficile da raggiungere.
Sono anche queste le solite chiacchiere...

Condividi:

Redazione