Ed eccola Vanessa Semprini chiamata a questa nuova prova di canzone d’autore che al pop chiede tanto e altrettanto restituisce. Si impreziosisce di una grande featuring di cui ovviamente vogliamo sapere subito: Alberto Fortis. Si intitola “Giusto il tempo di un miracolo” questo nuovo brano che parla di rapporti, rapporti umani lontani dalla verità, dal reale, sempre più costipati dentro le trame digitali. E noi siamo curiosi, affascinati e decisamente proiettati alle nuove voci italiane, sempre più cariche di aspettative e di forza per denunciare uno stato di cose decisamente privo di “verità”… e anche senza virgolette direi!!!

Inevitabile non partire da questo grande nome: Alberto Fortis. Come si arriva a lui?
Ho conosciuto Alberto Fortis grazie alla mia decisione di incidere e pubblicare su YouTube in suo storico brano "Il duomo di notte". Alberto è rimasto piacevolmente colpito dalla mia interpretazione e ha voluto conoscermi. Ci siamo incontrati a Milano insieme al mio produttore. Abbiamo chiaccherato di sogni, di idee, di profeti per il futuro davanti ad un buon caffè.

E cosa pensi ne sia nato artisticamente?
Oltre alla conoscenza è avvenuto un incontro tra generazioni diverse ma accomunate da un denominatore comune l'amore per la musica e i rapporti umani. Si è creata una sintonia che ci ha condotto ad una collaborazione artistica e con il supporto del mio team di lavoro è nato: "GIUSTO IL TEMPO DI UN MIRACOLO".

I rapporti umani al centro: secondo te quanto sono figli di questo tempo digitale? Oppure è vero il contrario e cioè che è il tempo ad essere digitale per via dei nuovi rapporti?
I rapporti umani sono in continua evoluzione ora hanno a disposizione anche la comunicazione virtuale .La tecnologia ha abbattuto le distanze, ha reso possibile ciò che prima non lo era. Innegabili sono i vantaggi in tanti ambiti a partire dal lavoro, all'istruzione, alla ricerca e alla comunicazione. Nell'ambito della comunicazione c'è il rischio  che le relazioni possano divenire fredde e sterili .L'uomo è un animale sociale, ha bisogno del contatto ,del calore di un abbraccio di uno sguardo d'intesa. Trascorriamo gran parte del nostro tempo  dietro uno schermo rischiando di allontanarci dai nostri affetti e perdendo il contatto con la realtà.

Parliamo di suono: il classico pop incontra le sfumature elettroniche. Cosa cercavi in particolare?
La linea melodica segue lo stile del cantautorato classico italiano ,arricchito dalle sfumature vocali di Alberto. Le sonorità  e l'arrangiamento musicale vogliono essere al passo con il nostro tempo. L'utilizzo della musica elettronica vuole mettere in risalto la freddezza della comunicazione virtuale che è il tema del brano.

Bello il video. In chiusura raccontacelo… tra l’altro hai avuto anche Fortis nella clip…
Nel videoclip assistiamo ad alcune scene(esasperate)  della vita quotidiana della protagonista(io) all'interno di un'abitazione che riflette il suo stato d'animo. La solitudine della ragazza creano una scenografia spoglia e degradata che si contrappone alla figura incisiva di Alberto Fortis . Il protagonista è la voce interiore che grida la sua denuncia con fermezza e lucidità scatenando nella ragazza una reazione che la spinge ad imprimere di getto sulle pareti una frase significativa, un istante prima della sua presa di coscienza e del ritorno alla realtà.

Condividi:

Redazione