Nuovo singolo per Antonio Caputo, alias Kaput Blue. Un brano dal titolo “Fuori di me” emblema di verità per questa società ricca di maschere e di finzioni individuali. Una bandiera di libertà ma anche un inno laico e personale sulla ricchezza nell’essere se stessi… e se vogliamo, possiamo anche ascoltarla come una fotografia contro le tantissime forme di discriminazione sociale che oggi, come ieri, ancora restano radicate nella nostra vita. Kaput Blue resta fedele all’italiano in questo nuovo singolo sempre firmato dalla collaborazione con Angapp Music: le belle tinte r’n’b internazionali dentro impalcature digitali davvero raffinate e quella scrittura melodica di stile urban che restituisce un cocktail sonoro davvero interessante. In rete il video ufficiale, ennesima ricchezza di un lavoro dal forte peso sociale.

Di nuovo in scena con un nuovo singolo. Di nuovo in italiano. Dunque la strada è presa?
Certo! La strada ormai è spianata e pian piano tutti si stanno unendo al mio grande viaggio.

Col senno di poi, riascoltandoti… l’inglese o l’italiano?
Se proprio dovessi scegliere, riascoltandomi direi italiano. Riesco ad esprimere in maniera più chiara determinate cose ma non nego che il fascino della lingua inglese soprattutto in ambito musicale mi affascina un sacco, soprattutto per uno come me che ascolta Rnb e Soul (tipicamente in lingua inglese).

Un bellissimo brano, sociale in tutti i sensi. Una canzone che farei ascoltare a quanti non hanno il coraggio di andare “fuori di se”… cosa ne pensi?
Penso che saresti una buona persona se consigliassi a qualcuno di ascoltare il singolo e di fare una sola cosa "fuori di se stessi". E' così, essendo fuori di se stessi è più facile guardarsi con occhio critico e perchè no, osare anche di più del "normale".

Ho ritrovato i suoni e le atmosfere a cui ci hai abituato oramai. Parlando invece di contaminazioni e trasgressioni a questo stile? Ci hai mai pensato?
In questo brano la "trasgressione" sta semplicemente nel testo. Mi andava di parlare "a nudo" e finalmente dar sfogo, anche tramite il video, al lato più fuori di ognuno.

Bellissimo il video ufficiale. Com’è nato e come l’avete realizzato?
Grazie! La lavorazione del video è stata una cosa inaspettata. Un lavoro svolto non in Italia con l'aiuto di Omri Ohana e Ross Hillier e la mia label Angapp Music. Fondamentalmente è nato da una nostra idea, volevamo creare questo grande distacco tra due personalità totalmente diverse, che hanno bisogno di cose diverse per essere se stesse.



Condividi:

Redazione