È uscito venerdì 4 settembre, “ENOC”, il nuovo attesissimo album della superstar latina OZUNA. Il disco, il cui titolo è l’abbreviazione del suo soprannome “El Negrito Ojos Claros”, è il quarto album in studio di Ozuna, e include il nuovo singolo “Despeinada” in collaborazione con il cantautore colombiano CAMILO.

Dopo aver conquistato il mondo con i suoi primi tre album Odisea (2017), Aura (2018) e Nibiru (2019), Ozuna pubblica il suo lavoro più completo, mantenendo un’ aurea da bad-boy romantico, ma continuando ad esplorare una modalità di scrittura più matura, tipica della musica urban.

Caratterizzato da autentici arrangiamenti reggaeton, “ENOC” offre a ciascuno degli artisti con i quali Ozuna ha collaborato un ampio spazio per contribuire con la propria maestria stilistica. Tra gli ospiti di prim'ordine ci sono Daddy Yankee in “No Se Da Cuenta”; Wisin sulla nuova versione di "Gistro Amarillo", Zion & Lennox su "Qué Tú Esperas"; J Balvin e Chencho in “Una Locura”; Nicky Jam in “Esto No Acaba”;  Karol G e Myke Towers in "Caramelo Remix".

Ozuna collabora sorprendentemente anche con la cantante australiana Sia e la rapper americana Doja Cat, nell'accattivante  brano “Del Mar”, che promette di essere un successo mondiale.

Nei brani da solista, Ozuna parla di tematiche come la bellezza fisica e la sensualità femminile ("Mala"), la sensualità della danza ("El Reggaeton") e le feste ("Un Get"). Per celebrare il suo territorio, la superstar della nuova generazione include brani potenti come e "El Oso del Dinero" e "Enemigos Ocultos", che ha anticipato l’uscita del disco il 1° settembre. Quest’ultimo brano, in collaborazione con Arcángel, Cosculluela, Juanka El Problematik, Myke Towers, e Wisin,  è un omaggio all’emblematica collaborazione “Royal Rumble” che ha contribuito alla rapida crescita della musica urban latina con compilation come "Los Benjamins" (2006), "Sangre Nueva" (2005) e "Más Flow" (2003).

La canzone più personale ed emozionante di ENOC è quella più intima, "Gracias", che lo vede ringraziare Dio per il successo che ha ottenuto.

«ENOC è un album che significa molto per me, in quanto riflette l'essenza musicale che ha segnato l'inizio della mia carriera; ma include anche ciò che ho imparato poiché sono stato in grado di viaggiare per il mondo con i miei album precedenti ‘Odisea’, ‘Aura’ e ‘Nibiru’ – dice OZUNA – Io e il mio team abbiamo lavorato duramente su questo album, riconoscendo che in questi tempi difficili, la musica è la migliore via di fuga e sollievo. Sono molto grato, in primo luogo a Dio, che ha reso possibile tutto questo; i miei colleghi che fanno parte di questo progetto; la mia famiglia; il mio team di lavoro; e soprattutto i miei fan per avermi sempre sostenuto. Spero vi divertiate tutti!»

"Caramelo", secondo singolo estratto da “ENOC”, è diventato una hit estiva in America Latina, Stati Uniti e Puerto Rico ed è tuttora in vetta alle charts. Certificato DISCO D’ORO in Italia e per diverse settimane al primo posto nelle classifiche Airplay di Spagna e Messico, ha raggiunto anche il vertice della "Latin Airplay" e della "Latin Rhythm Airplay" di Billboard. Nella sua versione originale e remix con Karol G e Myke Towers, "Caramelo" ha superato i 286 milioni di visualizzazioni su YouTube. 

Condividi:

Redazione