Rapida e indolore questa intervista a Bruno Caruso, nuova firma della canzone pop italiana… cantautore romano, già maturo di vita e di carriera che approda ad una voce personale assai tinta di un rock americano che, come accade ad esempio nell’ultimo singolo title track del disco “Asssolutamente” - scritto con 3 “s” di proposito - non si risparmia nella delicatezza di questi arpeggi acustici che segnano un passo verso la dolcezza della vita di tutti i giorni e restituiscono quell’immaginario on the road al tramonto che in una forma canzone così elevano il tutto. Potere immaginifico ma anche razionalità quotidiana. L’amore come le decisioni ferme. Il suono di Bruno Caruso è anche questo. Da poche ore in rete anche il nuovo video ufficiale… delicato e severo dentro temi assai delicati.

Primo disco per Bruno Caruso, primo lavoro dal titolo importante: perché 3 “S”?
Volevo che rimanesse visibile ciò che rappresenta per me, e spero per tanti, ovvero, innanzitutto. la voglia di esprimere ASSSolutamente se stessi. 

Ma poi assolutamente cosa?
ASSSolutamente qualsiasi cosa in cui si creda senza farsi sopraffare dagli eventi.

Essere decisi è importante? Il dubbio non da invece un doveroso contraddittorio alle cose?
Essere decisi è molto importante, il dubbio ci deve essere sempre ma sul mezzo e non sul fine.

Che poi da questi presupposti mi sarei atteso un lavoro più trasgressivo. Invece ricalchi scene assai classiche… perché?
Questo è un progetto che onestamente doveva uscire qualche anno fa, ma per diverse ragioni non è stato possibile, ma così doveva essere perchè il mio primo disco appunto. 

Dall'italia questo disco prende la forma e le sfumature del pop. Anche qui: mi sarei atteso un deciso cambio di rotta. Perché restare molto “italiani”? E perché non essere in tutto allora?
Non ho badato a calcoli strategici su stili o altro, questo disco parla di me in un dato momento, ed in quel  momento ero così, tra un anno, un mese o anche  un giorno certamente ci saranno venature differenti. 

Condividi:

Redazione