‘Mina Settembre’ è un dramedy sentimentale ambientato a Napoli, che ha per protagonista un’assistente sociale alla continua ricerca di una soluzione ai problemi degli altri. Allo stesso tempo è il racconto di una donna - dal carattere deciso, ma anche dolce e fragile - che prova a rimettere in piedi la propria vita. La serie è una coproduzione Rai Fiction – Italian International Film, prodotta da Fulvio e Paola Lucisano. Nel primo episodio della quinta puntata, in onda su Rai1 domenica 7 febbraio alle 21.25, dal titolo ‘La vita è un morso’, rinsaldato il legame con Domenico, che è tornato a vivere dai suoi, Mina viene travolta da un nuovo caso, quello di Michele, uomo agli arresti domiciliari che vorrebbe un permesso speciale per andare al funerale di un amico. Il suo vicino di casa infatti è appena morto di tumore, e tra loro, entrambi reclusi, si era instaurato un rapporto speciale che Michele vorrebbe onorare. Ma sarà vero o si tratta di una strategia per evadere? Mentre si interroga sulla faccenda, Mina prova a ricucire con Claudio.  Ma quando scopre che Giada ha preso possesso di quella che era casa loro, viene assalita nuovamente dalla gelosia. Nel secondo intitolato Un giorno brutto, Irene cerca insistentemente Mina: per errore ha scambiato la sua agenda con quella dell’amica. Mina vorrebbe restituirgliela, ma al consultorio subentra un problema decisamente più grosso: una ragazza accusa Domenico di aver abusato di lei, e in un attimo la voce si sparge nel quartiere, rendendo il ginecologo un nemico pubblico. Il marchio d’infamia ferisce nel profondo Domenico tanto da convincerlo che forse il consultorio non è più il posto per lui. Prende, così, una pausa, lasciando a Mina il compito di scoprire la verità. Finalmente Mina riesce a incontrare Irene e, nel restituirle l’agenda, realizza quello che non avrebbe mai voluto scoprire.

Condividi:

Redazione