In radio “Splash”, secondo singolo estratto dal nuovo album di Darman (nome d’arte di Dario Mangiacasale), dal titolo “Necessità interiore”.

" ‘Splash’ è sinestesia, è un viaggio sensuale nel gioco seduttivo tra due amanti, lei pittrice e lui musicista, che culmina in un’esplosione di colori e sensazioni che si mescolano e sinergizzano reciprocamente, percorrendo le strade che portano al Nirvana. Splash è la potenza della Luce, unica vera fonte di direzionalità eterea, che si mostra ai nostri occhi sotto forma di colori, componendo il quadro delle nostre esistenze.", racconta Darman

Il regista Emanuele Spagnolo spiega il concept del video: "Colori, luce e sensualità. Splash è un tributo all'arte nelle sue molteplici forme. Corpi che si cercano in un vortice di seduzione e sulla cui pelle si fondono, come sinuose tele, i tratti inconfondibili di artisti come Klimt, Kandinskji, Mirò. Darman si muove in uno spazio più materico, sebbene anche lui sospeso tra il buio e quei colori fonte di luce.”

Il nuovo progetto discografico di Darman, prodotto e arrangiato dal cantautore calabrese, ruota intorno ai temi dell’amore puro, dell’integrità e dell’ispirazione artistica, dei ricordi più intimi, della sinestesia tra le arti: “Necessità Interiore è l'indole artistica che nasce dal subconscio, seguendo il dettame dell'ispirazione più pura. È un concetto che ho sempre accarezzato dentro di me e che ho scoperto recentemente anche in alcune opere letterarie del genio Vasilij Kandinskij”, racconta l’artista calabrese.

L’album è composto di 10 tracce: “Pubblicità Riflesso”; “Viaggio Miraggio”; “Splash”; “Dora e Picasso”; “Mayday”; “Ardhanarishvara”; “Silenzi Dimenticati”; “Tangibile”; “Quotidianità Distorta”; “Deformazioni Assiali”. Nella realizzazione di questo album, Darman (voci, cori, chitarre, tastiere, sintetizzatori, campioni) è stato affiancato da Roberto Stella (batteria e tamburello), Tommaso Donato (basso, tranne in Splash e Deformazioni Assiali a cui ha collaborato Christian Lisi) e Caterina Borrelli (voci femminili in Quotidianità Distorta e curatrice delle illustrazioni). Registrato ed editato da Christian Lisi al Not Brushing Dolls studio di Castel San Pietro Terme (Bo), Premio Tenco 2017 per mixing e mastering dell’album “Il Grande Freddo” di Claudio Lolli. Mixato da Dirk Feistel allo Studio X Berlin e masterizzato da Kai Blankenberg allo Skyline Tonfabrik studio di Düsseldorf, entrambi freschi di collaborazione coi Black Rebel Motorcycle Club per il loro live in studio a Berlino.

Condividi:

Redazione