Si torna al cinema, sotto le stelle. Da giovedì 18 giugno riaprono le Arene di Marte, le due sale estive del Nelson Mandela Forum di Firenze che da quasi trent’anni accolgono il pubblico fiorentino e non solo.

Fino a settembre, ogni sera, due film: nell’Arena Grande arrivano i successi della stagione, da “Parasite” al nuovo film di Woody Allen "Un giorno di pioggia a New York”, e tante pellicole che in questo periodo di lockdown sono andate sul web: “Tornare” di Cristina Comencini, “Favolacce” dei fratelli D’Innocenzo, “I Miserabili” di Ladj Ly, “Matthias & Maxime” di Xavier Dolan.

Lo schermo dell’Arena Piccola è dedicato al cinema d’essai: "Dio è donna e si chiama Petrunya", "Il mistero Henri Pick", "Marie Curie" tra le proposte, insieme alle due retrospettive dedicate a Federico Fellini e Agnès Varda, oltre alle versioni restaurate di pellicole di culto come “Caravaggio” di Derek Jarman e “Crash” di David Cronenberg.

Grande attenzione alle misure di sicurezza ai tempi del Covid. Fondamentale, in questo senso, la collaborazione degli spettatori. Alle Arene di Marte si accede con la mascherina evitando assembramenti (in fila alla cassa come al supermercato), una volta al posto la mascherina potrà essere tolta. All’ingresso occorre lasciare i propri dati e un recapito telefonico. Per velocizzare questa operazione è possibile scaricare il modello prestampato dal sito www.mandelaforum.it e consegnarlo già compilato all’ingresso.

I prezzo dei biglietti rimane invariato: 5 euro intero, tessera fedeltà con un omaggio ogni 5 ingressi per i soci Unicoop Firenze. È consigliato l’acquisto in prevendita sul sito www.mandelaforum.it. I posti, numerati, sono assegnati al momento dell’acquisto. Le sedute rispettano il distanziamento sociale, con la possibilità di sedere accanto per i componenti dello stesso nucleo familiare o conviventi.

L’orario d’inizio delle proiezioni - Arena Grande 21.30, Arena Piccola 21,45 - è sfalsato per evitare assembramenti. Informazioni e dettagli sono disponibili sul sito www.mandelaforum.it e via telefono al numero 055 678 841.

Si parte giovedì 18 giugno nell’Arena Grande con “La belle époque”, struggente e divertente commedia di Nicolas Bedos con Fanny Ardant e Daniel Auteuil, mentre nell’Arena Piccola va in scena “Antropocene - L'epoca umana”, straordinario documentario di Jennifer Baichwal, Edward Burtynsky e Nicholas de Pencier sull'impatto delle attività umane sul nostro pianeta.

Il 18 luglio, come d'abitudine per il Mandela Day, un film che affronta il tema dei diritti umani, che quest'anno non poteva non essere dedicato al movimento Black Lives Matter, con la riproposizione di "Che fare quando il mondo è in fiamme" sulla condizione dei neri d'America.

Nel programma due affascinanti omaggi musicali - a Leonard Cohen e alla sua musa Marianne Ihlen e il concerto di Fabrizio De Andrè con la PFM; sull'onda del premio Oscar anche Memorie di un assassino di Bong Jon Hoo; l'arte di Caravaggio nel super classico di Derek Jarman, restaurato da poco e per i cent'anni dalla nascita di Fellini "Amarcord", "I vitelloni", "Otto e mezzo" e altri suoi capolavori.

Un commosso omaggio alla figura affascinante di Agnes Varda, recentemente scomparsa, con la riproposizione dell'emozionante "Visages Villages" e di un nuovo documentario-intervista e due suoi film storici.

Il “Cinema sotto le stelle” del Mandela Forum prosegue fino a settembre e resta aperto per tutto agosto.

La programmazione è firmata da Stefano Stefani. Eventi, incontri con gli autori e anteprime sono a cura di Michele Crocchiola. In collaborazione con la Fondazione culturale Niels Stensen, nell’ambito dell’Estate Fiorentina promossa dal Comune di Firenze.

L’ingresso e le biglietterie delle Arene di Marte sono in piazza Berlinguer, all’entrata del Mandela Forum.

Condividi:

Redazione