Un percorso umano ed artistico, quello di Darjo, che nasce tra le strette ed aride vie di Foggia, tra “Via Lucera” e “Piazza Mercato” passando per “Parco San Felice”, tutte realtà che lo portano a comunicare, tramite la scrittura e la pittura, in modo unico ed originale.

Immagini di vita quotidiana che arrivano dritte a chi ascolta, abbattendo le barriere cittadine, arrivando fino al duo di produttori romani 3D e Walter Babbini aka WIBE, il primo storico produttore di Nayt e il secondo noto per aver lavorato con Artisti del calibro di Zucchero, Max Gazzè, Mannarino, Fabrizio Moro e molti altri; un’alchimia tra la pura scrittura dello stesso artista e il giusto equilibrio sonoro di beat e acustiche, creando così un mood che si posiziona nell’Indie-Pop nazionale in modo fresco ed originale.

“Non vedo” il cantautore la racconta così: ”All’inizio ci sembra di vivere una fase naïf in cui tutto ci sembra perfetto, vivendo con indosso lenti colorate che ci fanno vedere tutto in modo più bello. Poi, all’improvviso, ogni cosa svanisce, nel nulla. Le lenti cadono. Ci sentiamo spaesati. I dubbi ci attanagliano e spesso ci si interroga su quale possa essere la causa del nostro malessere...Colpa mia? Tua? Nostra?” - continua – “La sfida sta nel non girare attorno all’ostacolo ma di affrontarlo, andando oltre, cercando di scoprire la bellezza anche nei momenti no di un rapporto”.

Il progetto è stato realizzato presso il Purple Mix Studio di Guidonia, mixato e masterizzato da Walter Babbini.

Condividi:

Redazione