«Un atto d’amore di una figlia che testimonia il passato soppresso della madre rifugiata, una incalzante ricerca durata decenni per gettare luce sulle difficoltà taciute e i frequenti sradicamenti e restrizioni della vita di Rosa e di conseguenza sulla tragica storia di forse 350.000 abitanti della multietnica Istria, e in particolare Lussino, un’isola al largo della costa dalmata». (dalla prefazione firmata da William Boelhower, Visiting Professor dell’Università Ca’ Foscari di Venezia).

Titolo: Riscoprendo mia madre. Una figlia alla ricerca del passato
Autore: Caterina Edwards
Genere: Narrativa
Casa Editrice: Les Flâneurs Edizioni
Collana: Bohémien
Data di uscita: 10/3/2021
Pagine: 334
Prezzo Cartaceo: € 18,00 
Codice ISBN: 9788831314794

«Le parole l’avevano liberata, poteva andare, sfuggire alla paura e alla confusione. Per iniziare il suo ultimo passaggio verso casa»

TRAMA. Per anni Caterina ha avuto paura di diventare come sua madre Rosa, rigida, cocciuta e irriverente. Lasciata la “prigione” familiare viaggia, studia e coltiva la passione per la scrittura ma neanche la distanza riesce a mutare l’atteggiamento di Rosa, così come la sua innata propensione a criticarla e giudicarla. Le cose cambiano quando, dopo aver per lungo tempo ignorato i segnali della malattia di sua madre, Caterina è costretta a fare i conti con la diagnosi tanto temuta: Alzheimer. Le decisioni da prendere sono tante, così come le conseguenze da affrontare. Il lento e progressivo decadimento di Rosa mostra a Caterina il lato fragile di sua madre e fa luce sul suo passato, su quelle radici istriane involontariamente dimenticate o coscientemente rimosse. Così, pazientemente, tra ostacoli e sorprese, Caterina intraprende un lungo viaggio nel tempo e nell’anima, consapevole che solo la memoria del passato conferisce un senso al presente.

L’AUTRICE. Caterina Edwards è nata in un villaggio in Inghilterra da madre italiana e padre inglese, con cui all’età di sette anni è emigrata in Canada. La cultura canadese non è la sola ad aver determinato la sua formazione, infatti i lunghi periodi trascorsi a Venezia durante le vacanze hanno contribuito all’ampliamento dei suoi interessi. La commistione tra le due culture assorbite parallelamente ha determinato anche la scelta delle tematiche da affrontare nelle sue opere, tra cui: l’immigrazione, il rapporto tra l’individuo e le influenze culturali contrastanti, il ricordo privato e la storia pubblica. Ha lavorato per diversi anni come editor e docente universitario di Letteratura. Ha pubblicato sei libri, tra cui due romanzi, raccolte di novelle, saggi e un’opera teatrale. Ha ricevuto numerosi premi letterari in Canada per i suoi contributi artistici.

Condividi:

Redazione