È online il nuovo video del brano inedito di Letizia Onorati, “Con i miei occhi”, title track del disco prodotto da Dodicilune, distribuito in Italia e all’estero da I.R.D.
 
La cantante leccese, ambasciatrice del jazz italiano a tinte rosa, torna a distanza di tre anni dall’ultimo progetto discografico con una raccolta tutta italiana che consente al suo linguaggio musicale di parlare tutte le lingue dell’anima, “Con i miei occhi”.
 
Viaggiare per il mondo non è rimasto senza ricadute nella musica di Letizia. Tra le sue note si percepiscono le trame di un nuovo percorso artistico che nasce sulla scia delle sensazioni vissute durante le sue avventure in giro per il mondo che sono sempre uniche e difficili da tradurre.
 
E proprio dopo tutte queste avventure, l’artista omaggia le sue origini e ritorna a scoprire le sue terre nel video di “Con i miei occhi” in cui si presentano i luoghi che conducono “in una dimensione di esplorazione in equilibrio tra concretezza e speranza, alla ricerca di un punto fermo, alla ricerca del faro che ci possa guidare a perseguire la strada giusta sempre, soprattutto nella notte in attesa di vedere nuovamente l’alba del nuovo giorno”.
 
Il video è stato girato in alcune delle location più suggestivi della costa pugliese: Lecce, il Faro di Punta Palascia a Otranto, e la Costa di Gallipoli, tutte località simbolo di un ritorno tanto atteso, da Letizia, come da qualsiasi altro esploratore, a casa.
 
Frutto anche di un presente che ha messo tutti alla prova, “Con i miei occhi” si è presentato da subito come una bussola, nella vita di Letizia: “Per me una certezza è sempre stata la musica, da ascoltare, suonare, scrivere e soprattutto cantare, una pozione magica salvifica, congiunzione perfetta tra emotività e razionalità, resiliente, audace. Quasi come per un bisogno primario, ho deciso di partire dall’ incertezza, da questo momento storico che mai nessuno avrebbe potuto immaginare per ripercorrere questo ponte, per rivivere la bellezza così com’è per me. Per rivivere e vivere tutto con i miei occhi”.
 
Tracce che raccontano un tempo che passa, quel tempo presente.
 
Produttore artistico del disco e autore degli arrangiamenti (piano e rhodes) è lo straordinario Paolo Di Sabatino, pianista, compositore e didatta di fama internazionale; hanno lavorato al progetto Luca Bulgarelli (contrabbasso e basso elettrico) e Glauco Di Sabatino (batteria); i saxofonisti Javier Girotto eMax Ionata: il primo, musicista italo argentino tra i più conosciuti nel panorama jazz del nostro Paese, che ha collaborato con Ralph Towner, Bob Mintzer, Randy Brecker, Paul Mc Candles, Paolo Fresu, Bob Moses, Danilo Rea, Michel Godard, tra gli altri; il secondo, considerato uno dei maggiori sassofonisti italiani della scena jazz contemporanea che in pochi anni ha conquistato l'approvazione di critica e pubblico riscuotendo sempre grandi successi in Italia e all'estero; ad arricchire il progetto, il contributo del Neiman String Ensemble diretto da Tony Neiman e guidato dal primo violino Giuseppe Giugliano.

Condividi:

Redazione