Il nuovo singolo di TOMMY KUTI, “Grattacieli”, accompagnato dal relativo video, diretto da Davide Santinello.

“Grattacieli”, prodotta da Diiamoond, è la prima canzone d’amore di Tommy Kuti e arriva dopo i singoli “Alè Alè” e “Lukaku (Numero 9)”, che hanno segnato il ritorno dell’afrotrap, cifra stilistica dell’artista bresciano. 

“Nella mia musica ho parlato spesso di razzismo, di politica, dell’Italia, - commenta Tommy Kuti - quasi sempre delle storie degli altri, in questo nuovo capitolo del mio percorso voglio parlare di me, della mia storia e delle sue varie sfaccettature. Per questo è nato ‘Grattacieli’, il mio nuovo singolo.”

Dopo l’uscita dell'EP “Italiano Vero” per Universal Music nel 2018, Tommy Kuti ha dimostrato di essere un artista poliedrico a 360 °. Nell’arco di due anni è apparso in TV nel programma Pechino Express, ha pubblicato un libro per Rizzoli “Ci Rido Sopra”,  è apparso al Piccolo Teatro di Milano nello spettacolo Ritorno a Reims (Regia di Thomas Ostermeir) e si è fatto conoscere sui suoi profili social in qualità di grande intrattenitore attraverso collaborazioni con grandi marchi (Amazon, Netflix, Reebook etc.). Dall’anno scorso conduce su TRX Radio il programma 2G Rap assieme a Rebecca Kazadi, che mira a far conoscere i rapper di seconda generazione in Italia e dar loro la giusta rilevanza. Ha inoltre partecipato allo spot pubblicitario della nuova serie Netflix, “Zero”. Dopo le numerose esperienze extramusicali l’artista ha deciso di tornare a far parlare di sé attraverso le sette note rilasciando in questi mesi i singoli “Alè Alè”, “Numero 9 (Lukaku)” e l’ultima “Grattacieli”.

Condividi:

Redazione