Durante il mese di agosto 2020 Slow Music ha organizzato con il sostegno di ERSAF e della Regione Lombardia la seconda edizione consecutiva del progetto sostenibile “A.R.M.O.N.I.A.”, che si è concluso con successo il 12 settembre dopo due weekend consecutivi nelle foreste lombarde.

Tre in totale le giornate di attività organizzate, in tre diverse province (CO, LC, BS), tra Canzo (5 settembre), Esino Lario (6 settembre) e Sant’Apollonia (Ponte di Legno) nel Parco Nazionale dello Stelvio (12 settembre). Tre gli eventi creati su www.eventbrite.it per la prenotazione gratuita, condivisi su Facebook, undici in tutto gli artisti che hanno partecipato (Damien McFly, Stu Larsen, Luisa Cottifogli, Marianne Gubri, BandaKadabra, Vittorio De Scalzi, The Matcha Sip, Roberta Finocchiaro, Luigi Mariano, Anna Lanfranchi, Federica Crasnich), provenienti da molte regioni d’Italia, più Australia e Francia, oltre 8 complessivamente le ore di spettacolo realizzate (gratuite per il pubblico).

Tecnicamente, anche questa volta l’impatto ambientale (per audio e luci) è stato ridotto al minimo: abbiamo utilizzato pochissima energia elettrica durante le 8 ore di spettacolo, suono prevalentemente acustico, diffusione elettroacustica del suono e illuminazione il più delle volte autoalimentata, tutto con piccoli impianti portatili e molto efficienti (con diffusori audio poco più grandi di un diffusore casalingo abbiamo ottenuto un risultato – ammirato da tutti i partecipanti -non troppo differente dall’impiego di un sistema line array appeso molto più ingombrante, tipico del grandi concerti).

Sui canali social di Slow Music (Facebook e Instagram) oltre 25.000 contatti (dato aggiornato al 23 settembre 2020) tramite i post dedicati al progetto, con un notevole numero di condivisioni che hanno moltiplicato la diffusione in rete.

Abbiamo iniziato a progettare la prossima edizione 2021 in Lombardia e abbiamo già riproposto a diversi nostri contatti in altre Regioni di verificare la possibilità di diffondere il progetto, sperando che non si prospetti la stessa emergenza sanitaria che ha afflitto tutte le attività nel 2020.

Dopo il grande concerto “Slow Club Live” a Milano per l’Estate Sforzesca lo scorso 3 settembre, “A.R.M.O.N.I.A.” conferma la volontà di fare spettacolo di Slow Music, rispettando tutte le regole e i protocolli per il contenimento del contagio, anche in tempi difficili. A tale proposito ricordiamo che Slow Music in maggio ha elaborato con il contributo di esperti il protocollo “Vengo anch’io… per sentire l’effetto che fa”, progetto di ripresa delle attività di spettacolo e musica dal vivo, inviato a Governo, Ministeri, Regioni, ANCI, associazioni di categoria e media.

Condividi:

Redazione