BEPPE DE FRANCESCO firma il proprio secondo brano, DAVANTI AL FUOCO: una canzone riflessiva e avvolgente, adatta a questi tempi incerti, anche per superare le distanze.

Questo progetto musicale vede la fattiva collaborazione del giovane musicista milanese LUCA FELICI (tastierista, produttore, arrangiatore e co-autore) e consolida la sua affinità artistica con uno dei migliori chitarristi presenti oggi nel panorama nazionale, SIMONE OLIVA.

"Davanti al fuoco – spiega BEPPE DE FRANCESCO - è un brano assolutamente autobiografico, scritto pensando ad una persona davvero speciale, presente nella mia vita fino a cinque anni fa e che, per motivi che ancora non riesco a spiegarmi, ha dovuto gioco-forza chiudere una porta alle sue spalle. Canto vivendo quotidianamente nella speranza di vederla un giorno riapparire su quell'uscio per non chiuderlo mai più."

Questa canzone gode del prezioso contributo in fase di missaggio del grande SEFI CARMEL (sound engineer della Disney, Universal, Buena Vista Miramax, BBC, MTV, National Geographic e collaboratore di alcune vere icone come David Bowie, Phil Collins, Michael Bublé, Bruno Mars, BB King) e di OMER MARANTZ come bassista.

BEPPE DE FRANCESCO si è diplomato all’Istituto d’Arte drammatica di Trieste “A. Moissi” in recitazione e regia, con una specializzazione in drammaturgia conseguita presso la Scuola Europea per l’Arte dell’Attore di San Miniato, vicino a Pisa, affiliata all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica "Silvio d'Amico" di Roma. BEPPE DE FRANCESCO non è un cantante in senso tradizionale ma preferisce definirsi “cantattore”, per via della sua attitudine a coniugare le doti canore a quelle attoriali.

Attivo nel teatro dialettale triestino fin da giovane, ha fatto parte di importanti compagnie teatrali cittadine e ha partecipato ad un incredibile numero di rappresentazioni, anche in campo professionale, nonché a fiction televisive di livello nazionale. La magia che circonda la sua città, Trieste, porto di culture, luogo di confine brulicante di idee e creatività lo ha fatto crescere come un “ragazzaccio aspro e vorace” (cit. Umberto Saba) che non si accontenta di agire in un unico ambito artistico ma ha l’impulso irrefrenabile di sperimentare.

Dice: “Vivo la musica come un confine tra la realtà e il sogno, un momento in cui posso permettermi di esprimere me stesso rivivendo l’intensità dei momenti vissuti attraverso una canzone e di ritrasmettere questa sensazione a chi ha voglia di ascoltarmi. Penso che sia questo il modo con cui oggi si fa Poesia”.

Ha esordito con 12 MAGGIO 2016, dedicato alla sua attuale compagna. Il singolo ha avuto un discreto successo sui digital store, totalizzando oltre 128 mila plays soltanto su Spotify, più di 200 passaggi su diverse radio, anche straniere.

Condividi:

Redazione