Domenica 7 giugno alle 20.30 su Rai3 Domenico Iannacone, nell’ambito del progetto “Che ci faccio qui”, torna nella periferia romana per la seconda tappa del viaggio in un luogo oppresso dal degrado e dall’abbandono che sembra aver perso ogni speranza nel futuro, tra disoccupazione, abusivismo abitativo e devianza minorile.

Fare una scelta visionaria in un luogo difficile. Riscrivere le regole del calcio e applicarle in una periferia romana esclusa ed emarginata. Questa è la storia di Massimo Vallati, ex calciatore ed ex ultras, che ha deciso di far nascere a Corviale, immenso caseggiato di cemento armato in cui vivono 5000 persone, un’esperienza rivoluzionaria nata dal basso: il calciosociale che ribalta le regole dello sport competitivo e aggressivo e crea i presupposti di una nuova visione democratica del gioco e della vita in generale. Giocano tutti senza distinzione di sesso e abilità e vince chi custodisce le cose e i valori anche fuori dal campo. In una partita non conta chi segna più gol ma chi sa mettersi al servizio degli altri. Un piccolo campo dei miracoli dove sembra riscattarsi una intera comunità.
Condividi:

Redazione